Resettare il corpo
25/11/19
Infezioni virali ad elevato rischio: come fare prevenzione
23/01/20
Resettare il corpo
25/11/19
Infezioni virali ad elevato rischio: come fare prevenzione
23/01/20

L’inverno e la stagione dell’elemento Acqua

Le informazioni contenute in questo sito non possono ASSOLUTAMENTE sostituire una visita o il parere forniti dal proprio medico o specialista, ne sostituire, modificare o affiancare eventuali terapie o cure in corso.
Termini e Condizioni

In medicina cinese nella stagione dell’inverno l’imperatore è il Rene, un organo la cui energia è considerata la più profonda e la più sacra fra tutte. In primo luogo perchè a differenza di altri organi capaci di rigenerarsi con una buona alimentazione e un buono stile di vita quella del rene è un energia che non si rinnova. L’impegno quindi sarà rivolto maggiormente a non disperderla.

Tutte le pratiche energetiche sono infatti rivolte alla sua conservazione. Dallo Yoga al Qi gong, all’agopuntura, tutte hanno lo scopo supremo di consentire al prezioso organo Rene di conservare la sua energia per il maggior tempo possibile.

Coloro che ci riescono infatti hanno spesso un aspetto assai giovanile nonostante gli anni che passano. Questo organo piu di tutti è influenzato grandemente dalla genetica ovvero dalla costituzione regalataci dai nostri genitori ma anche dalla dispersione energetica.

Un utilizzo costante di medicinali e di droghe, un utilizzo abituale di cibi non adatti, sforzi fisici continui ed estremi senza adeguato riposo, emozioni poco controllate e ripetute sono tutti grandi nemici di questo organo di acqua.

Non è solo la paura detta “Kong” a indebolire questo importante e fondamentale organo associato all’elemento acqua, lo sono un po’ tutte le emozioni che in un modo oppure nell’altro vanno ad alterare il cuore elemento fuoco. Si tratta in termini semplici di un logoramento dell’asse cuore-rene ovvero dell’azione dell’acqua nel controllare il fuoco del cuore.

La paura si dice che congela e blocca nell’azione e nel fare, si trasforma nella paura di vivere o se preferiamo nella graduale dispersione di energia vitale. Lo stesso avviene con le emozioni tutte quando incontrollate  e libere di produrre effetti dannosi oltre che fumosi. L’uomo è destinato a trasformare le emozioni in sentimenti dice Philippe De Fallois e solo in questo modo diventa veramente uomo degno di questo nome.

Il significato evolutivo del Rene come organo è l’espressione del Sé profondo che non significa della personalità o delle molteplici personalità che ci abitano ma di quella profonda essenza che contattiamo solamente quando le emozioni si placano e la mente inferiore si spinge verso la mente superiore. Quando non contattiamo e viviamo lontani dal nostro Sè profondo oppure ci mascheriamo da quello che non siamo per non entrare in conflitto o per paura di esser giudicati. Ecco che il Rene si indebolisce terribilmente e cosi perde energia l’intero corpo e la mente inferiore si identifica in personaggi ai quali non appartiene con secondari problemi psichici di varia gravità.

L’ elemento Acqua è rappresentata dal colore nero, dall’abisso che può sopraffarci, il vuoto che nel suo centro contiene il tutto. In Spargyria si rappresenta con un triangolo verso il basso e l’elemento fuoco da un triangolo con la punta verso l’alto. Simbolicamente costituiscono nel corpo un potente sigillo di Salomone dove l’acqua ci consente di stabilizzarci nelle nostre radici profonde dando la possibilità al Cuore e al fuoco di elevarsi verso l’alto senza perdersi nelle idee talora inconsistenti e fumose della personalità e della mente inferiore.

Condividi