Quando le parole hanno un peso
05/08/09
Il turismo riproduttivo per la fecondazione assistita
10/08/09
Quando le parole hanno un peso
05/08/09
Il turismo riproduttivo per la fecondazione assistita
10/08/09

Quando l’amante diventa un danno

Le informazioni contenute in questo sito non possono ASSOLUTAMENTE sostituire una visita o il parere forniti dal proprio medico o specialista, ne sostituire, modificare o affiancare eventuali terapie o cure in corso.
Termini e Condizioni

E sempre più frequente che uomini e donne cerchino al di fuori del talamo nuziale una maggior completezza. Sono infatti sempre di più gli ultra  quarantenni di ambo i sessi, che si imbattono in storie sentimentali extraconiugali.

Alcuni lo fanno per rinnovare la propria vita sessuale e renderla più viva, alcuni perchè attratti magari da una affinità intelletuale o lavorativa. Possono essere molti i punti di incontro e le motivazioni di una attrazione fisica, emotiva o mentale con un altro partner.

Quello che però succede frequentemente è che si sia incapaci di mantenere una stabilità; un pò alla volta il rapporto che nasce sotto l’insegna del piacere e magari dalla curiostità di stare con un’altra persona diventa una prigione anche peggiore di quella matrimoniale.  Nascono gelosie, richieste assurde e irrealizzabili, comportamenti infantili e decisamente squilibrati. Si naviga tra sensi di colpa e incapacità di godere delle qualità del proprio coniuge.Una persona instabile può andare alla deriva e non essere più in grado di apprezzare la bellezza del rapporto costruito con il proprio partner anche se presente, si rischia di farsi del gran male, di rimanere feriti o di ferire chi ci ama in modo anche profondo.

Quello che non deve sfuggire è che intraprendere un menage a trois non è cosa facile, è già difficile un rapporto di coppia. Il rischio è di solito quello di sbilanciarsi troppo nella  direzione del consumismo, ovvero del godere fisicamente l’uno dell’altro senza volere cadere nei sentimenti e questi rapporti, si sa, tendono a autolimitarsi e spegnersi da soli proprio perchè non nutriti dai sentimenti.

Oppure si rischia l’esatto opposto ovvero di affogare nei sentimentalismi perdendo ogni barlume di lucidità mentale, peggio degli adolescenti. La verità è che tutti lo desiderano, ma probabilmente non siamo ancora sufficientemente  strutturati, ne emotivamente e tanto meno culturalmente e socialmente  per affrontare in modo equilibrato un rapporto a tre.

Ma chissà forse un giorno nel lontano futuro, uomini e donne saranno pronti per questa esperienza, completandosi reciprocamente in modo sereno e maturo.

Condividi