Vietato suicidarsi!
17/04/09
L’amore, questo sconosciuto.
23/04/09
Vietato suicidarsi!
17/04/09
L’amore, questo sconosciuto.
23/04/09

Agopuntura in gravidanza. Utile ma ignorata.

Le informazioni contenute in questo sito non possono ASSOLUTAMENTE sostituire una visita o il parere forniti dal proprio medico o specialista, ne sostituire, modificare o affiancare eventuali terapie o cure in corso.
Termini e Condizioni

Quello che pochi ancora sanno è che l’agopuntura è riconosciuta scientificamente per avere la possibilità di aumentare la fertilità.

Questo perchè sono stati condotti numerosissimi studi scientifici su topini da laboratorio ed è stato dimostrato che il trattamento con un solo agopunto consente di aumentare la produzione ormonale e la fertlità delle suddette cavie.

Purtroppo se ne parla molto poco e l’utilizzo dell’agopuntura è solo un raro strumento ausiliario nei casi di infertilità di coppia, spero non per il fatto che il business dell’inseminazione artificiale è più redittizio.

E altresì sorprendente l’atteggiamento cautelativo in cui si pone l’agopuntura ufficiale nei confronti della gravidanza; semplicemente si evita.

Ho avuto la possibilità di trattare solo due pazienti “in attesa” e devo dire che i risultati sono stati brillanti e rapidi; una paziente soffriva di cefalea continua da oltre 5 mesi, ovvero dall’inizio della sua gravidanza ed era sull’orlo di una depressione e convinta di avere sviluppato un tumore cerebrale. Il dolore è passato dopo una singola seduta.

L’altro caso era ormai a una settimana dal termine e soffriva di torcicollo acuto da circa 3 giorni ben risolto con 3 sedute di agopuntura.

Non dico di trattare tutte le donne in gravidanza con l’agopuntura, ma sicuramente nei casi dove sia presente un dolore e si voglia evitare l’assunzione di farmaci è raccomandata. Anche perchè l’agopuntura lavora con l’energia e in gravidanza l’energia della donna è davvero forte e potenzialmente utilizzabile per la sua stessa salute.

Lo stesso vale per il periodo dell’allattamento nel quale i farmaci sarebbero sicuramente presenti nel latte. Inoltre ridurre il dolore alla mamma, consente all’istante di tranquilizzare il neonato in modo davvero incredibile.

Ma quello che sorprende di più è che l’agopuntura normalmente usata in molti paesi come anestetico, non viene quasi mai proposta durante il parto, ne come come antidolorifico, ne come calmante, e tanto meno per la  conosciuta e temuta azione di acceleratore del parto di alcuni agopunti.

Non lo trovate strano? Possediamo uno strumento estremamente economico e di facile utilizzo e non lo usiamo.

 

Condividi