4 agosto, 2011

Stampelle: a chi sono controindicate

Fino ad ora abbiamo parlato di come devono essere fatte ed usate le stampelle intese come ausilio per scaricare il peso da un arto inferiore accidentato o ipofunzionante. Quello su cui poco ci siamo soffermati è a chi questo ausilio si rivolge e a chi invece è francamente controindicato. Le stampelle o canadesi sono uno strumento molto instabile e richiedono da parte di chi le usa diverse caratteristiche indispensabili, senza […]
5 maggio, 2011

Corsa: effetti collaterali e controindicazioni

E’ opinione comune pensare che la corsa sia uno sport nocivo al rachide e alle ginocchia.  Mi piacerebbe evidenziare in che modo la corsa può realmente diventare uno sport potenzialmente pericoloso e soprattutto a quali soggetti è sconsigliabile come attività motoria. Innanzitutto  viene fatta una netta distinzione tra jogging e running. Si definisce jogger un soggetto che corre in media 20-30′  e con allenamento in media di 3 volte alla […]
23 aprile, 2011

La Danza e la Spada: due arti molto vicine.

Questo artista molto in gamba, non solo con la danza ma anche con la spada, si muove in perfetta sincronia con delle ombre proiettate che, grazie alla perfezione dei tempi e dei movimenti, danno la perfetta illusione di un combattimento reale, anche se del tutt0 fantastico. Uno spettacolo davvero eccezionale che deve avere richiesto un grandissimo impegno per la preparazione. Buona Pasqua a tutti!
20 dicembre, 2010

Prevenzione neve e ghiaccio: siamo pratici

Sia la neve  che il ghiaccio riducono la nostra aderenza al suolo e il rischio di scivolare aumenta in modo esagerato. Di solito  nei giorni di neve e di ghiaccio il pronto soccorso si affolla di persone che hanno subito un trauma più o meno grave. Le raccomandazioni sono sempre le stesse, andate in treno se potete, obbligo di catene in macchina e per gli anziani, il consiglio di non […]
25 settembre, 2009

Direttore d’orchestra – by Valeria

In un soleggiato pomeriggio di molti anni fa entrai in casa di mia nonna. Tornavo dal giardino sudata e felice dopo aver giocato per diverse ore. Allora avvertivo ogni parte del mio corpo non come mondi scollegati fra loro bensì come un tutt’uno saldo e forte, uno strumento dove ciascun componente trova il suo specifico compito, non meno importante di qualsiasi altro … A quel tempo ero assai piccola e ritenevo […]