Ricette ghiotte per celiaci: biscotti di avena – By Gabriella
15 maggio, 2017
Ricette ghiotte per celiaci – Plumcake variegato alla vaniglia con carruba
19 giugno, 2017

Esami di maturità: come affrontarli al meglio

Ogni anno mi capita di portare agli esami di maturità alcune giovani promesse…

No, non sono un insegnante ma a questi ragazzi faccio agopuntura, prescrivo prodotti naturali e distribuisco consigli semplici ma decisamente efficaci.

Sono infatti orgogliosa di dire che tutti i miei ragazzi passano gli esami alla grande e superano la loro prova meglio di quanto essi stessi e i loro parenti e insegnanti non potessero sperare.

Anche io  a 18 anni  grazie a una mamma decisamente evoluta e attenta ricorsi all’agopuntura, all’omeopatia e allo yoga per facilitarmi il compito, nel vero senso della parola, e fu un bellissimo incontro che mi cambiò la vita per sempre.

Prima di tutto vorrei dire ai ragazzi di stare molto attenti al consumo di sostanze per rilassarsi; non per fare la moralista ma in questa particolare situazione di stress emotivo data appunto dall’ansia da prestazione, la loro azione  è decisamente meno innocua di quanto spesso non si legga in giro.

Lo stato di alterazione della coscienza dato da sostanze quali ad esempio l’alcool a dosi elevate, non solo vi lascia senza energie il giorno dopo, se avete la fortuna di non soffrire di cefalea, ma ingrandisce i vostri fantasmi e le vostre paure personali,  in quanto è proprio la lucidità mentale a rendere la strada più semplice e senza ombre. Per quello che riguarda il consumo di Cannabis sono ancora più severa e convinta del suo divieto,  se l’emotivo non è stabile può indurre dei disturbi talora anche molto difficili da eradicare.

In questa capacità di dare lucidità l’Agopuntura come la pratica corretta di Hatha Yoga, Yoga Nidra o Meditazione sono insostituibili; si entra in contatto con qualcosa di più profondo del livello mentale inteso per quella mente che rimugina spesso anche in modo completamente meccanico e vive quasi esclusivamente nel futuro come proiezione e nel passato come ricordo. Entrando maggiormente in noi stessi l’aspettativa del futuro perde  importanza di fronte a una visione più ampia di sé immersi nel tempo e nello spazio di quel preciso momento.

La nostra energia fisica e mentale, intesa come spinta e volontà di affrontare la vita e le sue prove, emerge coraggiosamente e ci sostiene con amorevolezza. I gesti, le attività e i pensieri inutili perdono di attrattiva a favore di quello che sappiamo con sicurezza esserci di aiuto e di sostegno: dalla scelta del cibo a quella delle amicizie, a quella dei tempi di studio e di riposo.

Ci ascoltiamo  e impariamo a far tacere la mente: a quel punto diventiamo efficaci.

Mancano poche settimane, non è tardi per farsi aiutare e guidare; la bellezza della giovane età è proprio nella sua energia. Se questa viene ben indirizzata, allora con facilità segue e spicca il volo.

 

Condividi

Commenta con FB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *