Luglio e la quinta stagione

Theory-of-the-Five-elements1Dal 7 di luglio siamo entrati nuovamente nella stagione definita quinta stagione oppure nella stagione della Terra chiamata anche Terra Wei. Si tratta di una Terra yin di transizione dall’estate all’autunno, questo perché il sole sta ora lentamente iniziando a calare e se stiamo attenti lo possiamo percepire anche noi.

Un caldo anche torrido, un sole che spacca i sassi ma alla sera e al mattino se ascoltiamo si può iniziare a intuire il prossimo cambiamento che è nell’aria. Incredibile di tutto questo non mi accorgevo affatto prima di studiare la Medicina Cinese.

Ascoltare il ritmo della natura non ci viene insegnato, quello che vedo comunemente è una difesa estrema dalla natura oppure una sfida assurda. Si tratta di due estremi comportamentali entrambi pericolosi e non scevri di rischi per la salute. Il primo per fare un esempio accenderà il condizionatore al massimo aggredendo soggetti fragili con colpi di freddo capaci nei casi più gravi di generare quadri che possono andare fino alla polmonite  e l’altro, sempre per fare un esempio, continuerà a fare chilometri in bicicletta sotto il sole e sull’asfalto infuocato incurante del  colpo di calore in agguato.

Non dobbiamo combattere il clima oppure far finta di niente continuando le nostre attività preferite dovremmo imparare ad adattarci al clima in modo naturale come fanno gli animali. Sarebbe utile per tutti imparare ad ascoltarla la terra, ricordarci che è viva come noi. Appena possibile consiglio a tutti di sdraiarsi al suolo e sintonizzarsi con lei.

Se mettete tutto il corpo a terra è più facile armonizzarsi con lei, non serve che siate nella natura certo è meglio un prato una spiaggia ma in mancanza di queste un pavimento domestico andrà benissimo. Sdraiatevi sul pavimento ogni tanto, con le  braccia e le gambe leggermente aperte, prendetevi una decina di minuti e ascoltate il vostro respiro e il vostro appoggio sul pavimento, vi assicuro che qualcosa cambia! Cambia il vostro punto di vista, cambia la percezione del caldo, cambia il vostro stato d’animo.

In questo periodo è facile essere colpiti da gastroenteriti virali soprattutto se siete sensibili, come l’orario che segue il mezzogiorno anche il mese che segue il solstizio d’estate è collegato con il piccolo intestino secondo l’orologio e il calendario cinesi. Attenzione quindi agli sbalzi termici, a non mangiare sempre cibi freddi o ghiacciati anche se sono deliziosi. Ricordate che la qualità rinfrescante di un cibo non dipende dalla sua temperatura esterna ma dalla sua qualità interna.

Ecco che un gelato al cioccolato, un caffè shackerato, un vitello tonnato oppure un limoncello ghiacciato non vi rinfrescheranno veramente; cetrioli, anguria, tisana alla menta o té verde invece si, indipendentemente dalla loro temperatura e in misura minore tutta la frutta e la verdura. Dovrete andare a fare la spesa più volte in una settimana perché questi alimenti in questa stagione non si conservano per tempi lunghi. Ci vuole più attenzione ci vuole più tempo e “prendiamocelo un po’ il tempo” come dice il merovingio in Matrix!

Ricordiamo inoltre che nel periodo Terra è la Milza l’organo imperatore il che significa che se vi stancate troppo con gli ultimi sforzi dell’anno scolastico/lavorativo oppure con progetti e pensieri senza sosta, e  se la vostra Milza di suo è già leggermente debole costituzionalmente vi presenterà il conto a breve!

Le giornate sono più lunghe ma noi riusciamo a non trovare ancora il tempo per noi stessi, come se riuscissimo in modo un po’ masochistico a riempire la nostra giornata ancora di più cioè  all’inverosimile. Magari pensando orgogliosamente che siamo svegli e sempre sul pezzo ma in realtà stiamo solo sognando un personaggio che ci piace e che si sente fico!

Non serve andare al mare per andare in vacanza serve ascoltare il ritmo della terra e a sintonizzarsi con essa. Se ancora non siete stati in vacanza neanche un giorno è tempo di rallentare.

 

 

 

Commenta con FB

Commenta con il tuo account...

Iscrizione Newsletter
Privacy & Cookies

Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Un post a caso
  • Infertilità: come buttare benzina sul fuoco!
    Martedi, sfogliando le notizie sul Corriere, ho trovato un piccolo articolo a sua volta ripreso da OK Salute, dal titolo “infertilità: una sofferenza lacerante”. In questo articolo  si vuole spiegare come l’infertilità possa generare un …