Prevenzione delle recidive: la legge di minor resistenza

Qualche giorno fa, parlando con una paziente il cui disturbo è completamente regredito con l’agopuntura (nella fattispecie un dolore cervicale associato a una tensione muscolare), mi dilungavo nello spiegare che il passo successivo sarebbe stato quello di evitare le recidive.

La paziente mi chiedeva perché avrebbe dovuto ritornare il disturbo di cui soffriva. E’ frequente che un disturbo, dopo che si manifesta per la prima volta poi si ripresenti alla prima occasione: una delusione, un litigio, un affaticamento eccessivo. Ma perché proprio in quel punto?

In buona sostanza è come se il corpo avesse una traccia, una sorta di memoria infallibile delle sue esperienze, un percorso già conosciuto. Il nostro corpo, in quanto espresso nella materia, segue la legge di minor resistenza: se dell’acqua scivola su un piano seguirà il percorso che trova più liscio, più inclinato oppure meno poroso, non potrà comportarsi diversamente, non in questo mondo perlomeno.

Per le patologie è la stessa cosa: se soffrite di cistite ricorrente è quello il disturbo che, alla stregua di un campanello, vi segnalerà un disagio, quello è il bersaglio più facile, quello è il vostro punto debole e la catena si romperà sempre sull’anello più debole.

Individuato l’anello debole la prevenzione della recidiva sarà ovviamente quello di rinforzarlo anche in assenza del sintomo. Nel caso di una cistite lavoreremo sulla dieta e con la fitoterapia a dosaggi sempre più ridotti per togliere il calore anche latente residuo che causa la recidiva. Nel caso di una lombosciatalgia su una discopatia lombare continueremo a fare esercizi adatti insegnatici evitando posture scorrette e il sollevamento di pesi anche se ci sentiamo completamente in forma e in forze. Nel caso di dolore e tensione cervicale potremo fare un lavoro fisico di scioglimento e contenimento dei trigger points e un’educazione al rilassamento per esempio.

Dovremo imparare ad ascoltare i piccoli segni di malessere per individuare il possibile insorgere di una recidiva e intervenire subito con determinazione con tutte le indicazioni che avremo ricevuto e con eventuali trattamenti di agopuntura di supporto.

In questo modo, un po’ alla volta potremo avere imparato a proteggere il nostro anello più debole e nel migliore dei casi lo avremo anche rinforzato.

Perché poi ognuno di noi abbia un punto o un organo più debole dipende da una moltitudine di elementi, che vanno dalla costituzione fisica ereditaria famigliare, da condizioni esterne che possono essere anche state infezioni oppure incidenti fisici veri e propri, come anche traumi psicologici, per arrivare ad abitudini alimentari, farmacologiche, emotive e fisiche scorrette.

Insomma i fattori sono sempre numerosi, diffidate quindi dalle interpretazioni uniciste un po’ di tendenza e che fanno molto moda tipo “dipende tutto dal rapporto con i genitori” “dipende tutto dall’intestino e dalle farine…” Queste affermazioni piacciono perché ci danno un’unica chiave, una soluzione semplice, ma la vita non è semplice: è fatta da cose semplici. E’ diverso.

Eliminare un disturbo è gratificante per un agopuntore ma dare al paziente strumenti per proteggersi e diventare più forte è molto meglio.

Si tratta di un salto di livello, un passo verso una consapevolezza di quanto il nostro corpo continuamente ci indichi le sue reali necessità per restare in salute.

Commenta con FB

Commenta con il tuo account...

Iscrizione Newsletter
Privacy & Cookies

Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Un post a caso
  • Le code e gli ingorghi e il processo delle malattie
    Andando in campagna al venerdì o sabato per passare il fine settimana con un clima meno torrido ci si trova volenti o nolenti in code e rallentamenti talora pericolosi ma quasi sempre dovuti al principio …