Attenti a come mangiate

Tutti noi siamo abituati a pensare alle calorie, alla quantità di proteine e di grassi, di zuccheri di minerali e di vitamine presenti in un alimento per valutare se è sano oppure no.

La qualità del cibo che invece nella dietetica cinese appare come la cosa più importante riguarda il suo sapore, il suo colore, il suo odore, la sua freschezza e non per ultimo il modo il cui viene cucinato, conservato, prodotto e infine mangiato.

La produzione di ortaggi e frutta dipende dal tipo di acqua, di terreno, dall’inquinamento atmosferico e dalla presenza o meno di raggi solari e ovviamente dalla serietà di chi si adopera in questa attività nella selezione dei semi non OGM e degli antiparassitari. L’allevamento di animali poi è ancora più complesso  non solo per la qualità del cibo dato agli animali allevati ma dal tipo di vita che essi conducono.

Il dramma sta non tanto nel fatto che si mangi un pollo, che è un essere vivente tanto quanto la pianta, ma nel fatto che a questo essere vivente l’uomo imponga una vita indegna. Non credo sia un caso che chi lavora in questi ambienti non possa poi nutrirsi di questi animali e nemmeno se i praticanti di meditazione gradualmente non sentono più l’esigenza di nutrirsi di cibi di origine animale.

Attenzione non voglio dire che sia giusto o sbagliato, ma ritengo che dipenda sempre tutto da come lo facciamo. Esistono delle attività fisiche, delle costituzioni, delle situazioni climatiche e dei quadri patologici che beneficiano del cibarsi di carne. Il modo però in cui vengono allevati gli animali oggi non può non avere una sua importanza: ci alimentiamo anche della loro sofferenza e forse non è un caso se poi siamo così inclini al malumore e alla depressione e poi mangiamo per sfogarci e per dimenticare.

Ho visto recentemente su Facebook un filmato sul modo in cui i cinesi vengono spinti a forza nei vagoni dei treni della metropolitana… una situazione disumana. Lo stile di vita dove è andato a finire? In cosa si sta trasformando questo popolo? In un pollaio?

Dall’antica Cina è giunta la più antica forma di medicina e dalla Cina di oggi compare lo stile di vita più disumano che si possa immaginare. L’inizio e la fine. E’ giunto il momento che ci si opponga e si cerchino modi diversi di vivere dignitosamente.

Il fatto che oggi con la tecnologia si possano conservare e trasportare velocemente il cibo, gli ortaggi, la frutta e produrli in ambienti artificiali, cambia sostanzialmente la reale necessità di nutrirsi così spesso di carne. Dovremmo avere cura e amore del cibo che coltiviamo e degli animali che alleviamo, ma tutto questo non è applicabile nella dimensione industriale esistente ma solo costruendo nuove  piccole realtà protette e pulite in tutti i sensi che solo noi possiamo far crescere con il nostro appoggio e la nostra scelta accurata dei prodotti di cui ci alimentiamo e tornare a nutrirci con gioia e senza preoccupazioni.

Commenta con FB

Commenta con il tuo account...

Iscrizione Newsletter
Privacy & Cookies

Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Un post a caso