Ricette ghiotte per celiaci: crostata di mirtilli – by Gabriella

La pasta frolla solitamente utilizzata per crostate o altri prodotti da forno è molto ricca di burro. La ricetta che vi propongo sostituisce il burro con l’avocado. Questo frutto è ricchissimo di grassi e povero di carboidrati.

Leggendo alcune curiosità riguardanti l’avocado ho scoperto che veniva chiamato “il burro del marinaio” perché su molte navi del ‘700, veniva utilizzato spalmato sulle gallette come sostituto del burro.

Ricco di grassi ‘buoni’ capaci di stimolare la produzione di colesterolo buono (HDL) e di inibire il deposito di quello cattivo (LDL). Ricco di antiossidanti, rallenta l’assorbimento del glucosio regolarizzando i livelli di glicemia e tanto altro…

Ho pensato che potesse essere un ottimo sostituto del burro anche nell’impasto della nostra crostata…

Naturalmente non esagerate…è molto calorico!

Mescolate in una ciotola la farina di riso integrale (300g), la farina di mais bramata o fioretto (170g), il succo d’agave (100ml), un uovo e un tuorlo, un po’ di lievito per dolci (preferibilmente biologico) e un avocado frullato. La crema di avocado deve essere il corrispettivo di 200-250g di burro.

Lavorate rapidamente l’impasto con le mani, evitando si riscaldarlo troppo, se necessario bagnatevi le mani con acqua fredda. Ottenuto un panetto omogeneo ponetelo in frigorifero per almeno due ore.

Lavate i mirtilii e poneteli in una casseruola con il succo d’agave (ogni125g di mirtilli tre cucchiai di succo d’agave) a fuoco moderato per 10-15 minuti. Fate raffreddare la composta di mirtilli.

Stendete i due terzi dell’impasto su un foglio di carta da forno o in uno stampo di silicone, naturalmente non è semplicissimo, ma con un po’ di pazienza e bagnando le mani o il mattarello, l’operazione sarà più semplice..

Versate all’interno la composta di mirtilli. Stendete il restante impasto tagliandolo in tante striscioline per decorare la crostata. Non importa se non saranno perfette…

Infornate a 180° per circa 25 minuti a forno già caldo.

Naturalmente potete utilizzare altri tipi di frutta, preferibilmente di stagione oppure potete semplicemente utiilizzare le marmellate in vasetto già pronte. Un piccolo suggerimento: provate le marmellate dolcificate con il succo d’uva, ne troverete tante in commercio anche negli scaffali della grande distribuzione…basta leggere l’etichetta!!

Commenta con FB

Commenta con il tuo account...

Iscrizione Newsletter
Privacy & Cookies

Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Un post a caso
  • Attenti ai tendini del pollice: i dolori non sono simpatici
    Tendinopatia, tendiniti e tenosinoviti del pollice  sono infiammazioni tendinee e della guaina che li riveste dei rispettivi muscoli che muovono il pollice. Si tratta infatti di muscoli estremamente sfruttati da tutti coloro che usano molto …