Ricette ghiotte per celiaci: crema di zucchine con cavolo nero e castagne – by Gabriella
27 gennaio, 2014
Curare le contratture e le tensioni muscolari
6 febbraio, 2014

Capodanno cinese 2014 e i bazi

Carissimi lettori anche quest’anno come in quelli precedenti mi fa piacere condividere con voi alcuni pensieri sul nuovo anno in considerazione del calendario cinese lunare  e dei nuovi elementi presenti rispettivamente nel ramo celeste e nel tronco terrestre  del pilastro del 2014.

Per il calendario cinese lunare il 2014 è iniziato il 31 gennaio; siamo definitivamente entrati nell’anno del cavallo legno o cavallo verde, in inglese wood horse oppure green horse.

Il cavallo rappresenta il tronco terrestre WU che corrisponde al fuoco yang  e il colore verde invece è dato dall’elemento legno del ramo celeste JIA  che corrisponde al legno yang.

Intanto si tratta di due elementi yang posti fianco a fianco e in questo possiamo vedere una possibilità di contrasto o di interazione di forza. Il legno yang è simbolicamente rappresentato da un grande albero capace di dare riparo e protezione oppure da un albero capace di stare  armoniosamente in equilibrio in mezzo ad altri creando un’atmosfera che gli amanti delle foreste non possono che considerare quasi magica. In quanto ramo celeste è presente una sorta di possibile ispirazione per noi uomini, per mollare  l’egocentrismo che spesso ci caratterizza.

Il fuoco yang è simbolicamente rappresentato dal sole, un elemento la cui forza calore e potenza sono indiscutibili e insostituibili ma che per carattere soffre  proprio di egocentrismo. Tutto risplende grazie a lui non è così? Il sole è solo e non coopera  con nessuno lui è il centro di questo universo. Il ramo terrestre e in questo caso il corrispettivo carattere egocentrico sono invece non già una possibile ispirazione presente dall’alto quanto una costituzione ben radicata nella materia .

Rispetto al fuoco yin che rischia di spegnersi facilmente, il fuoco yang rischia di bruciare troppo creando un  eccesso.  E il legno essendo poi la madre del fuoco,  lo nutre, lo arricchisce e lo rende  ancora più forte bruciandosi e consumandosi con esso.

Se quest’anno fosse una stagione sarebbe torrida e aggressivamente calda poco tollerabile dalle persone deboli, indifese non protette e vice versa sfruttabile da chi possiede una sua forza e  un certo agio economico da permettersi un viaggio al mare e un condizionatore per rimanere nell’allegoria della stagione estiva.

Questa considerazione è del tutto personale e frutto dei miei studi sui Bazi; la considero una sorta di influenza che colpirà genericamente le persone e potrà essere visibile nel sociale  ma ognuno poi in base al suo elemento chiave più o meno forte potrà aver giovamento o meno da questo grande fuoco e questo è del tutto individuale.  Un legno molto forte potrebbe aver beneficio in quanto diventa più moderato e una terra molto debole verrà invece nutrita da un fuoco molto forte. Anche un metallo molto forte potrebbe ammorbidirsi con quest’anno smussando gli angoli e la sua rigidità

E lo stesso vale per alcune patologie, ecco che la debolezza di milza dovuta ad eccessiva stanchezza mentale e fisica potrà beneficiare di questa condizione e lo stesso vale per tutti i disturbi da stress con tendenza a patologie da eccesso di legno come la cefalea del week end.

Non ci sono regole uguali per tutti si tratta di influenze esterne che poi si modificano in modo diverso da caso a caso.

Commenta con FB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *