L’agopuntura è una questione di fisica e non di fede
22 ottobre, 2012
Bevande energetiche, fitoterapia, dietetica e tossicità: quali confini?
28 ottobre, 2012

Anche James ha perso la sua leggerezza

Per tutto il mese di ottobre i film di James Bond sono stati tutti rimessi in visione in attesa del nuovo e ultimo episodio uscito ieri sera in prima visione a Londra. James Bond in televisione a tutte le ore della sera! Carino e poi rivedere alcuni film totalmente dimenticati è stata un’esperienza interessante. L’evoluzione nel tempo di questa serie cinematografica  mi ha permesso di osservare  i cambiamenti dei gusti, del pensiero e dei costumi avvenuti nel corso di questi ultimi 50 anni.

Il nuovo James è un vero guerriero, sa combattere e difendersi in modo decisamente più credibile ed efficiente, il suo aspetto fisico è  più prestante e atletico oltre che il suo modo di vestire  più tecnico, tattico e francamente più adatto al suo lavoro pur restando elegante nelle occasioni mondane con l’intramontabile smoking.

Le scene di inseguimento delle ultime pellicole sono mozzafiato e tutte  girate con super effetti speciali che certamente una volta scarseggiavano o mancavano del tutto. Quello che però emerge maggiormente alla mia attenzione è che il personaggio di James (solo dire il nome suscita emozioni positive) ha perso la sua patina onirica e di leggerezza.

Niente più sigarette, superalcolici a ogni occasione, niente svaghi o promiscuità sessuale in tal caso forse ci farebbero vedere un preservativo temo.

James giocava con i mitici trucchetti di Q facendolo sempre arrabbiare per la sua mancanza di serietà quasi fanciullesca. Anche con M i rapporti erano di rispetto ma un pò più rilassati e lasciavano intravedere qualche mezzo sorriso della bellissima e inossidabile Judi Dench.

Le battute erano costanti, le espressioni buffe con occhio furbino anche nelle situazioni più pericolose,  i doppi sensi a sfondo erotico  una costante. Senza parlare della presenza di un’infinità di donne affascinanti quasi a formare dei veri e propri  harem. James era noto per  la sua profonda e penetrante dedizione al mondo femminile e ovviamente il suo fascino maschile  non mancava di fare sospirare  come  minimo due donne a puntata con la nota esclamazione:

“Oh… James!”

I vecchi film finivano immancabilmente con 007 e la bond girl di turno tra le lenzuola sotto gli occhi sbigottiti dei superiori.

Si trattava di un personaggio volutamente  irreale  e giocoso che si prendeva anche in giro da solo, di una leggerezza a mio parere ormai non più di questi tempi. Il poco sesso e divertimento è certamente un segno del momento.  Se pensate al riferimento di alcune pubblicità di cui non faccio ovviamente il nome : “Non lo mangio perchè è buono ma perchè è sano” credo avrà colpito anche voi soprattutto perchè detto da una bambina. Ma non è che stiamo diventando un po’ troppo moralisti? Il fatto che sia sano non dovrebbe prescindere dal fatto che sia buono e che possa piacere.

Sono la prima a fare attenzione all’alimentazione e a dirlo costantemente ai miei pazienti ma credo ancora che la leggerezza, la spensieratezza e il gioco  siano ingredienti fondamentali. Prendere tutto e tutti e soprattutto prendersi troppo sul serio non credo sia poi così sano. Dimentichiamo così che la nostra data di scadenza non è prevista sulla nostra fronte e che alcune volte la giostra della vita va presa esattamente per quello che è; un gioco divino ma sempre un gioco.

Vi lascio con una delle  splendide sigle di apertura, in attesa di vedere anche noi prestissimo, James in super forma smagliante, per farci sognare e sorridere, se possibile senza troppe censure!

Condividi

Commenta con FB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *