Attenti ai tendini del pollice: i dolori non sono simpatici

Attenti ai tendini del pollice: i dolori non sono simpatici

Catherine Bellwald Attenti ai tendini del pollice: i dolori non sono simpaticiTendinopatia, tendiniti e tenosinoviti del pollice  sono infiammazioni tendinee e della guaina che li riveste dei rispettivi muscoli che muovono il pollice.

Si tratta infatti di muscoli estremamente sfruttati da tutti coloro che usano molto le mani per lavorare e per questo spesso il disturbo si accompagna anche ad artrosi dell’articolazione corrispondente e si parla di rizartrosi.

Sono molte le categorie a rischio; dai librai, ai muratori, ai camerieri, a chi fa le pulizie, ai giardinieri, ai parucchieri  che usano regolarmente le forbici per fare un esempio semplice. Avete mai provato a usare le forbici per più di mezz’ora? Lo sforzo a carico del pollice è particolarmente evidente anche ai più distratti.

Il pollice è l’unico dito che oppone ovvero è l’unico dito in grado di garantire la presa sicura e agile di un oggetto soprattutto se di un certo peso. Provate a escludere il pollice, riuscirete a fare un sacco di cose ma con una fatica molto maggiore e solo così  vi occergerete di quanto lavoro questo dito sostenga tutti i sacrosanti giorni.

E’ un problema meccanico in questo caso ma non per questo poco importante oppure inevitabile. La materia è il nostro primo punto di lavoro e quindi anche la meccanica va studiata e compresa per ottimizarne l’efficacia ma anche per ridurre i possibili intoppi da usura.

Prima di arrivare alla rottura tendinea e dover ricorre alla chirurgia perchè il tendine è ormai irimediabilmente lesionato, possiamo limitare lo stato infiammatorio non già assumendo farmaci antinfiammatori che solo in minima parte raggiungeranno il tessuto tendineo infiammato.

Un buon lavoro di prevenzione della tendinopatia del primo dito resta nel eseguire regolarmente piccoli massaggi connettivali trasversali dei tendini colpiti che sono di solito dolorosi alla palpazione, i flessori e abduttori e abduttori che li troverete sul palmo nella regione chiamata eminenza tenar che va massaggiata in profondità con movimenti longitudinali ai muscoli, per lavoare invece il tendine del muscolo flessore del pollice è utile massaggiare in prossimità del bordo della mano dove si trova il primo osso metacarpale con movimenti orizontali o trasversali  partendo dallla parte prossimale che si trova a contatto con il polso fino alla struttura ossea rotondeggiante chiamata “prima testa metacarpale”sulla quale bisogna insistere, solo i tendini degli estensori li troverete sul dorso del pollice tra la testa metacarpale e quella fossetta che si trova in prossimità del polso detta tabacchiera anatomica anche in questo caso sono utili  movimenti trasverali e profondi da eseguire su tutta la lunghezza dell’osso metacarpale.

Utilissime le applicazioni di gel o pomate fitoterapiche ad azione antifiammatoria che potete usare a piacimento anche 3 volte al giorno e con continuità senza dover temere per il vostro stomaco; si perchè le pomate a base di antinfiammatori non steroidei possono comunque causare delle irritazioni gastriche ai soggetti più delicati.  Anche i movimenti di compensazione sono utilissimi per contrastare l’ipersollecitazione meccanica di alcuni muscoli rispetto ad altri; per gli adduttori e flessori è utile un lavoro di apertura del pollice di tipo passivo mentre per gli estensori del pollice un allungamento e trazione dell’intero dito.

Quando il dolore diventa importante sappiate che sia l’agopuntura, la moxibustione e la miofibrolisi possono, se ben eseguite, evitare in molti casi il ricorso alla chirurgia. E soprattutto non trascurate le vostre mani; appena avete dei dolori iniziate a curarle e a pensare a come trattarle esattamente come si fa con tutte le altre articolazioni, come la schiena di chi sta seduto lungamente, e il collo di chi scrive o legge a lungo o le ginocchia di chi scende e sale le scale con dei pesi. Anche se le mani sono piccole il loro indispensabile apporto e salute sono fondamentali per la nostra autonomia.

 

 

Articoli Correlati:

2 risposte a Attenti ai tendini del pollice: i dolori non sono simpatici

  • lilia scrive:

    ho una rizartrosi a tutti edue i pollici che mi impediscono di usarli per il gran dolore come posso fare?

  • Cathe scrive:

    La domanda è un filo vaga…ma la cosa che vorrei sottolineare è che la rizartrosi potrebbe non essere l’unico fattore causale, magari abbiamo anche una tendinopatia! Movimenti corretti, trattamenti per rimuovere l’infiammazione e soprattutto curarsi!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Dì che ti piace su FB!
Translator
Mailing List:

Email:

Un post a caso
  • Anno 2013: agopuntura all'Ospedale Sacco di Milano e a Cremona

    Si conclude un anno e se ne sta per aprire un altro, all'insegna delle novità e dei cambiamenti. A Cremona l'attività si trasferisce dalla sede attuale a Corso Garibaldi 10, in pieno centro e a due passi dall'inizio della zona pedonale. Il parcheggio è comunque a cinque minuti a piedi anch
Facebook
Commenti Recenti:
  • Loading...