Le crisi da costume da bagno

Per molte anzi moltissime persone il mettersi a nudo in costume da bagno rappresenta un problema estetico talora insormontabile.  Che si tratti di obesità o adiposità localizzata, di smagliature, di mancata tonicità della pelle, di  capillari visibili sulle gambe,  o della tanto odiata cellulite sui glutei, il risultato è lo stesso: si  rinuncia al mare!

Su questo l’industria della cosmesi e della chirurgia estetica si gettano talora senza alcun riguardo all’etica. Slogan con scritto “il ritocco estetico last minute” sono comunissimi, si presentano diversi interventi di chirurgia plastica come se fossero delle vere passeggiate; cicatrici sempre più piccole, tempi di convalescenza ridotti al minimo.

Tutto per attrarre un pubblico che proprio perchè preso dal disagio estremo e dalla disperazione (spesso del tutto esagerata) si lancerebbe anche nel fiume con la promessa di migliorare il suo aspetto estetico.

Nessuno nega che veramente oggi le tecniche chirurgiche continuino a migliorare e che veramente i tempi di recupero siano sempre più brevi. Ma a mio personale parere per affrontare un intervento chirurgico come una mastoplastica, per fare un esempio è opportuno non farsi condizionare dalla fretta,  ma programmarlo con molta calma sapendo esattamente a cosa si va incontro e ciò che si desidera.

Non solo perchè è necessario vederci chiaro e non dover poi essere scontente come molte attrici oggi hanno il coraggio di amettere, ma per un infinità di motivazioni importanti che vanno  prese in considerazione prima e non dopo avere fatto l’intervento. Un fisico femminile androgino ovvero con poco  seno potrebbe perdere la sua naturalezza e intrinseca pecularietà con un seno della taglia diciamo normale, questo per fare un piccolo esempio, e ancora un seno rifatto anche alla perfezione su una pancia molle o su un sedere tropppo ingombrante non è detto che sortisca l’effetto estetico desiderato.

Bisogna togliersi dalla mente che il risultato arriva in poco tempo, questo è uno slogan pubblicitario. Il lavoro di abbellimento fisico per la prova costume dovrebbe  partire a Marzo-Aprile  per i casi più lievi e Gennaio-Febbraio per i casi più impegnativi. Una volta fatta la scelta di eseguire un intervento di correzione chirurgica è auspicabile che  questo intervento diventi la spinta per lavorare a 360°  su se stessi. Partendo da una corretta dieta e da un corretto allenamento fisico che in 3-6 mesi di lavoro daranno certamente dei frutti importanti anche sulla mente oltre che sul corpo.

In questo modo l’intervento di chirurgia plastica è raggiunto attivamente e non passivamente e  sarà il tocco finale di un lavoro più completo  di ricostruzione non solo esteriore. Sarà possibile  trovare  un nuovo modo di vedersi e di volersi bene in quanto si diventa i protagonisti  del nostro cambiamento.

Veniamo educati al consumismo anche in senso salutistico. Più impegno dovrebbe voler dire più merito. Non è pensabile affrontare il problema sovrappeso e cellulite solo in vista del costume da bagno

Inoltre l’estate  è fatta per stare all’aria aperta, per godere della natura, e non per stare in casa con l’aria condizionata in convalescenza post chirurgica o con l’ansia delle cicatrici che non devono prendere il sole.  Il rischio è che ci perdiamo il bello della vita  con la propensione a un concetto di bello del tutto privo di fondamento .

Si perchè la vera bellezza è un altra cosa è un concetto di armonia e come dice Gregg Braden il potere di vedere la bellezza rappresenta una scelta e corrisponde alla disponibilità di riconoscerne la presenza oltre che la disponibilità di trovare la perfezione in quello che spesso definiamo imperfezione.

Non facciamoci condizionare troppo dalle nostre paure e cerchiamo di trovare in noi stessi quella bellezza fatta anche dai nostri difetti, godiamoci l’estate e la natura e il mare senza nasconderci perchè è un vero peccato non sfruttare questa grande opportunità di sentirci liberi  e quando riusciamo a vivere  in questo modo diventiamo belli nel vero senso della parola.

Commenta con FB

Commenta con il tuo account...

Iscrizione Newsletter
Privacy & Cookies

Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Un post a caso