Stabilità e libertà
21 giugno, 2012
Attenti ai finestrini e non solo
28 giugno, 2012

Ricette per mangiar sano: il riso di Lucia

Questa è una ricetta che mi ha fatto assaggiare Lucia una sera a casa sua: leggerissima da digerire anche per gli stomaci più delicati, gustosa e appetitosa anche per i palati raffinati e sofisticati e facile da preparare. L’ingrediente base è il riso basmati che molti disdegnano affermando che puzza di piedi ma, cucinato a dovere, presenta un aroma e una fragranza delicatissimi che si sposano molto bene con il pesce.

Il trucco del riso basmati (e che vale anche per altri tipi di riso) sta nel lavarlo ripetutamente con acqua calda manipolandolo per bene. In questo modo l’eccedenza di amido verrà eliminata e resterà del riso solo la parte più delicata e profumata. Inoltre il chicco tenderà a rompersi o smussarsi diventando ancora più leggero e simile al couscous.

Potete farlo bollire nell’acqua come faccio io per comodità oppure come ha fatto Lucia cuocerlo in una casseruola in poca acqua (circa il doppio della sua dose in volume) a coperchio chiuso.

I primi ingredienti da mettere nel wok sono: filetti di pesce persico fatti a pezzettoni e gamberetti, magari con un filo di olio di oliva e qualche fettina di zenzero, per profumarlo e limitare la tossicità dell’olio di cottura. Una volta dorato il vostro pesce che potrà anche essere di altro tipo come filetti di orata o di branzino e anelli di seppia per fare un esempio, aggiungete il riso lentamente e con esso a poco a poco abbondante curry,  scorza di limone bio grattuggiato, una manciata di arachidi e una di uvetta sultanina precedentemente ammorbiditi in acqua calda oppure insieme al riso durante la sua cottura,  peperoncino e sale a piacere.

E per finire, come tocco finale e di grande effetto sia visivo che di palato, aggiungete le uova di salmone. Sono più grosse e delicate delle uova di lompo più conosciute e si trovano facilmente al supermercato nel reparto del salmone affumicato.

Il piatto è finito, pronto da servire, profumatissimo e molto variegato nei sapori che vanno dal piccante all’aggrumato e una nota dolce.

Conquisterete facilmente i vostri ospiti come Lucia ha conquistato me.

Condividi

Commenta con FB

2 Comments

  1. Tiziana ha detto:

    😀 😀 😀 😀 da provare al più presto. Grazie.

  2. hujyu ha detto:

    grazie, fantastica la ricetta, ti chiedo scusa per la domanda, ma per chi non ha il wok?

Lascia un commento

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa