Bambini e giovani: agopuntura si o no?

Mi capita spesso che i pazienti mi chiedano se l’agopuntura si possa proporre anche ai bambini e ai giovanissimi. In realtà più i soggetti sono giovani e più sono ricettivi al trattamento con agopuntura.

Personalmente però non la propongo a bambini piccoli. Ai piccolissimi ovvero entro i 3 anni meglio se entro l’anno di vita propongo di curare la madre. Nei casi di insonnia o di agitazione per esempio il trattamento con agopuntura della madre è spesso risolutivo anche per i problemi della relativa prole.

A questa età le patologie acute sono spesso molto violente e come dicono i cinesi rispecchiano la natura del bambino che è yang in marcata crescita esterna. Febbri altissime, sintomi importanti, ma risoluzioni veloci sono di solito la natura delle patologie infantili. In questi casi non consiglio l’agopuntura per non spaventare e aggredire il cucciolo d’uomo. Possono in età evolutiva essere utili massaggi pediatrici specifici, applicazione di coppette e di moxa e ovviamente rimedi fitoterapici sia per le forme acute che croniche e ovviamente anche i farmaci allopatici quando necessari.

Nei giovani dai 12 anni in su l’agopuntura può essere un grande alleato sia per il dolore che per sindromi varie che possono andare dall’asma alla tosse, all’ansia, insonnia, agitazione, dispepsie e molte altre. I ragazzi presi in modo rispettoso sono sorprendentemente molto coraggiosi e accettano volentieri il piccolo dolore dell’infissione dell’ago. Inoltre è da segnalare che di solito si rilassano moltissimo durante la seduta entrando in uno stato di rilassamento profondo che difficilmente riescono a raggiungere in altro modo.

Per i giovani l’agopuntura rappresenta una terapia di solito ben accettata e normale sulla quale non pesano i condizionamenti della mentalità e del pensiero razionale occidentale. Per loro lo stato che vivono durante il trattamento è reale tanto quanto il nervosismo durante un litigio: lo vivono con il corpo e sempre con il corpo lo capiscono e lo considerano utile.

Inoltre le risposte ai disturbi fisici arrivano più velocemente rispetto all’adulto, talora anche dopo la prima seduta oppure entro le prime tre. Questo avviene proprio perchè il loro corpo  è meno sporcato da farmaci, cibi, patologie pregresse, condizionamenti  mentali e soprattutto l’energia in loro scorre forte e vigorosa e con l’ausilio degli aghi può essere usata per ripristinare un equilibrio e curare dei sintomi che oggi molto precocemente sopraggiungono, vista la velocità e la pressione psicologica alla quale i giovani sono sempre più sottoposti.

Commenta con FB

Commenta con il tuo account...

Iscrizione Newsletter
Privacy & Cookies

Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Un post a caso
  • Efficacia antivirale della fitoterapia
    Le notizie sull’evoluzione dell’infezione influenzale suina in Messico sono ancora preoccupanti, il fatto che in America non ci siano ancora stati casi di decessi è certamente confortante.  Forse il virus si è indebolito, forse le …