L’endometriosi è una patologia moderna?
17 gennaio, 2011
Il mese di gennaio nella medicina tradizionale cinese
24 gennaio, 2011

Ricette per mangiar sano: pollo alle spezie

spezieLa carne di pollo si presta a diverse ricette molto ghiotte, o alla birra, al limone, alla griglia, alla piastra e sono tutte molto gustose se preparate ad arte e accompagnate da un buon contorno di verdure o cereali in chicchi.

La carne di pollo certamente deve essere scelta con un minimo di attenzione sul tipo di allevamento allo scopo di limitare l’assunzione di farmaci non desiderati, per quello che riguarda invece il suo potere nutrizionale è da sfatare che la carne bianca sia molto più magra e sana, e va  assunta con moderazione  soprattutto nei soggetti con dislipidemie o nei soggetti con calore interno, esattamente come la carne rossa.

In questa stagione fredda il suo potere di  scaldare può però essere sfruttato anche aggiungendo alcune spezie, come il curry, la curcuma, il pepe, il coriandolo, lo zafferano, il cumino, la noce moscata e molte altre. Le spezie sono poco usate nella nostra cucina mediterannea, che predilige e non manca mai di aggiungere cipolla e aglio a quasi tutte le sue ricette, mentre sono usatissime nella cucina orientale dove vantano una storia molto antica.

Nel  medioevo erano considerate come i prodotti di maggior valore economico ed è grazie alla ricerca di queste sostanze che si crearono nuove rotte di navigazione aprendo gli orizzonti del mediteranneo.

Sin dal tempo degli egizi le spezie erano conosciute per le loro proprietà terapeutiche ed erano considerate e usate sia come alimenti che veri e propri rimedi fitoterapici. Questa visione  mista tra la dietetica e la fitoterapia si è poi tramandata alla medicina cinese e alla medicina ayurvedica che a tutt’oggi in questo modo le considera.

Queste sostanze infatti sono numerosissime e hanno tutte diverse proprietà peculiari,  sono sicuramente quasi tutte sostanze con un effetto stimolante sull’apparato digestivo, hanno per lo più un effetto antisettico e come oggi diciamo molte sono considerate ottimi antiossidanti.

‘Il curry per esempio è la spezia  più usata proprio per cucinare il pollo. E’ una miscela di varie spezie variamente composte, che infatti danno vita a diversi tipi, da quello più mite a quello più piccante. Abitualmente contiene pepe, peperoncino, noce moscata, cumino, curcuma, cannella, coriandolo,  zenzero. Una bella lista di sostanze non è vero? Ognuna di queste ha delle peculiarità e possono essere usate insieme o singolarmente.

Andiamo a guardarle le diverse spezie per il gusto di fare due chiacchiere in più! Il pepe oltre a facilitare la digestione è considerato espettorante e infatti avete mai fatto caso che dopo aver preso freddo aggiunto al cibo fa colare il naso?

Il peperoncino oltre al suo noto effetto antibatterico si ritiene che abbassi il colesterolo.

La noce moscata insieme allo zafferano sono considerate afrodisiache, e lo zafferano  che resta in assoluto la spezia più costosa, sembra avere evidenziato un effetto positivo sull’abbassamento del tono dell’umore e sull’ansia.

Il coriandolo e il cardamomo sono noti per agire in modo efficace sulla flatulenza e sui gas intestinali. il cumino è considerato galatogogo che significa che facilita la fuoriuscita del latte dalla mammella.

La cannella e la curcuma sono note per il loro potente effetto di scaldare per la prima  e di muovere il sangue per la seconda.

Lo zenzero inoltre è famoso in quanto si ritiene in grado di limitare il tossico dovuto alla cottura degli oli e quindi la trasformazione in trans degli oli vegetali alle alte temperature.

Ho parlato troppo e vi ho messo in confusione? Forse si, ma il mio obbiettivo era quello di mostrare quanto in questa stagione fredda e soprattutto pericolosamente umida queste spezie, con le loro proprietà, possano avere molteplici effetti benefici sui catarri considerati nella medicina cinese come umidità, lavorando sul sistema digestivo sede della nostre maggiori difese immunitarie, ma anche grazie al loro noto effetto antisettico, utile come protezione diretta sulle malattie da raffredamento, veicolate da germi presenti nelle prime vie respiratorie.

E se in particolare lo zafferano agisce sul tono dell’umore considerato il grigiore di questa stagione…  e vai di zafferano!

Ma come si cucina mi direte voi? E’ facilissimo; si butta il pollo a dadini, oppure i petti, oppure le coscie con o senza pelle direttamente in padella con  un filo di olio di oliva; a cottura quasi ultimata si cosparge la carne con abbondanti spezie a vostra scelta, questo per ridurre la loro cottura al minimo e conservare maggiormente le loro proprietà.

E’ possibile anche iniziare con una cottura della carne al vapore e terminare buttando in padella olio, pollo già cotto al vapore e spezie, tutto insieme a fiamma allegra. Questo procedimento è utile oltre che a mantenere al meglio le proprietà nutrizionali della carne anche per accelerare i tempi delle casalinghe superindaffarate che possono tornare a casa trovando il pollo già pronto nella vaporiera elettrica.

Una volta preparato il pollo, il suggerimento è quello di buttare nella stessa padella le verdure o i cereali di contorno che avete scelto; si assaporiranno in modo delizioso.

Condividi

Commenta con FB

1 Comment

  1. […] Remedies : Ricette per mangiar sano: pollo alle spezie […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *