Medicina cinese: come svegliarsi bene al mattino
1 novembre, 2010
Legami e rapporti
8 novembre, 2010

coppettteLa coppettazione è la traduzione dall’inglese cupping e dal cinese Baguan o Huo Baguan o Bahuoguan ( i cinesi hanno sempre modi diversi di dire la stessa cosa!)

E’ una metodica fisica antichissima usata in Cina per trattare non solo i dolori ma anche la febbre e i colpi di calore e di freddo. Questa tecnica è usata in diverse tradizioni popolari occidentali e si ritrova ancora in alcune campagne del nord europa e dell’est.

E’ una tecnica assai poco conosciuta soprattutto dal mondo medico di oggi.  Recentemente è uscito un film in cui si vede la loro applicazione e la loro efficacia antalgica sto parlando del remake  di Karate Kid , film peraltro graziosissimo, recitato bene e ambientato in modo molto realistico nella Cina di oggi.

Le coppette di fuoco le chiama così il giovane protagonista del film, infatti l’effetto a ventosa della coppetta si realizza grazie all’utilizzo di un fiamma che, creando una depressione all’interno della coppetta, determina un effetto a ventosa  più o meno forte. Le coppette possono essere di vetro o di bambù. Il vetro permette di controllare il colore delle pelle e il grado di forza della coppetta stessa sul tessuto cutaneo. Le coppette di bambù invece, ancora molto usate in Cina,  possono essere preparate in specifici infusi di erbe medicinali per potenziarne l’effetto antalgico.

Recentemente vengono proposte coppette dotate di una pompetta o di una pistola capace di toglierne il contenuto in aria senza l’utilizzo della fiamma, ma sono certamente meno efficaci anche se più sicure rispetto al metodo classico.

Questa metodica necessita. come per tutto, di una notevole esperienza e valida  manualità da parte di chi la pratica; usata con sapienza costituisce un metodo sorprendentemente efficace e rapido di cura utilizzabile non solo da parte dei medici ma anche da massaggiatori e fisioterapisti.  L’unico effetto indesiderato può essere la comparsa di ematomi chiamati anche  petecchie emorragiche  sulla pelle, come quando si fa un succhiotto.

Questi segni a cerchio possono essere più o meno evidenti con colore che va dal rosso chiaro al violaceo scuro a seconda della forza e del tempo di applicazione e del tipo di congestione presente a livello del tessuto da trattare.

Le coppette applicate in modo troppo forte e per tempi  lunghi  su pelli sensibili possono arrivare a generare anche delle piccole bolle come quando ci si brucia, è quindi molto importante controllare il tempo di applicazione a seconda del paziente, di solito da un minimo di 10 minuti a un massimo di 30. La tecnica non deve essere usata su pelli troppo sottili e già irritate o con lesioni, non deve essere usata su patologie tumorali ne su nei.

Questi ematomi da coppette, anche molto visibili, spariscono completamente in media in 5- 7 giorni, ma possono spaventare coloro che non li conoscono. Ecco che quando si usano è giusto avvisare il paziente anche perché potrebbe non gradire la sorpresa e magari avere un lavoro che non gli consente di esibire con piacere questi cerchietti colorati sulla schiena.

Sono spesso i parenti, amici ma soprattutto i medici che, quando il paziente si spoglia si spaventano e si turbano.

Avvisare quindi anche i compagni e i figli che non siamo stati picchiati dal medico è di fondamentale importanza!

Per quello che riguarda i fisioterapisti e soprattutto i medici, in particolare quelli scettici nei riguardi della medicina cinese, ebbene è di solito per loro un’occasione per affondare il coltello…e colpire. Proprio ieri una paziente molto carina mi diceva ” le devo far vedere qualcosa”,  mostrandomi intimorita il segno della coppetta presente sul  collo dopo che il suo medico chirurgo dal quale  era in cura l’aveva spaventata dicendole che ci sarebbe voluto come minimo un mese per farlo andare via! Vi posso assicurare che alla seduta successiva il segno era totalmente sparito.

Alcune volte al primo trattamento il paziente incalza con domande di ogni tipo e preoccupazioni sulla sua salute e può essere insufficiente la spiegazione e la preparazione psicologica all’ematoma da coppetta, anche perché non lo hanno mai visto prima e non sempre il paziente ascolta.

In passato mi ricordo una paziente che aveva un attacco di cervicale acuto con brachialgia (dolore irradiato al braccio), dopo un solo trattamento di coppettazione e agopuntura il sintomo era regredito completamente ma mi chiamava dicendo che non avrebbe più fatto alcun trattamento per  via dei segni per i quali era andata in tilt completo e dir suo aveva dovuto disdire le vacanze al mare organizzate da lì a 15 giorni.

Per capire la gravità della situazione descritta al telefono  chiedevo alla paziente  di farsi vedere da me al più presto, così dopo solo 5 giorni dal mio trattamento, i segni delle coppette erano quasi scomparsi, la signora si era calmata ma era irremovibile, non sarebbe mai più tornata sui suoi passi nonostante l’evidente efficacia sul dolore, la sua mente si era fissata solo ed esclusivamente sui segni cutanei.

Avevo visto con i miei occhi che i segni delle coppette erano assolutamente nella norma e che da lì a due giorni sarebbero scomparsi del tutto dando la possibilità alla paziente non solo di partire per le vacanze ma anche di farlo senza dolore. Ho preferito non discutere, in alcuni casi è del tutto inutile; queste cure non sono per tutti, ne avevo avuto la conferma.

Oggi prima di iniziare la coppettazione soprattutto se i miei pazienti sono giovani e attraenti e se siamo in prossimità dell’estate chiedo sempre con chiarezza  a quando la partenza per il mare o se ci sono serate speciali in vista e se eventuali segni sulla pelle possono essere accettabili per qualche giorno.

Grazie a Dio ci sono pazienti che non si fermano al colore della pelle ma ascoltano l’immediato beneficio prodotto da questa incredibile tecnica, in grado di rilassare la muscolatura in modo molto profondo e agire anche sull’ansia, oltre che sull’assetto posturale globale. Le coppette usate sapientemente possono rimuovere traumi anche molto vecchi e alleggerire  i disturbi dolorosi osteomuscolari con rapidità e, in ultima analisi, essere molto efficaci per combattere la cellulite.

E se il paziente le accetta di solito le ama e le richiede, alcuni si inventano storie fantastiche e divertenti: “il mio medico si chiama Giotto  e mi disegna così”, oppure  “mi sono fatto tatuare il simbolo delle olimpiadi sulla schiena”, diventa un occasione per farsi due risate e per giocare.

Quindi niente panico e tranquilli ma mi raccomando: andate da un terapeuta esperto.

Condividi

Commenta con FB

2 Comments

  1. manuele ha detto:

    Salve,
    ho fatto il trattamento delle coppette in Cina qualche giorno fa! Prima un massaggio ai piedi e poi le coppette. Eravamo in 5 e tra i presenti solo io ho avuto dei bei ematomi rossi sulla parte alta del corpo! Ho cercato di chiedere il perchè alle ragazze che hanno eseguito il trattamento ma non capivano l’inglese! Non mi sono spaventato, anche perchè io so che la mia pelle è molto sensibile e fine, ma volevo sapere il perchè. Questa mattina sondando in internet ho visto che sulla schiena serve a curare traumi articolari (io soffro di cervicalgia, dopo un incidente in macchina nel 2007), ma alcuni cinesi mi hanno detto (ma non so se crederli) che ho tossine nel corpo! A questo non ci credo: gli altri miei compagni di trattamento haanno 20 anni più di me e un pò in sovrappesso…io pratico attività fisica regolare e ho meno di 30 anni….
    A cosa è dovuto in genere un ematoma più evidente?
    grazie…

    • Cathe ha detto:

      Ematomi più evidenti possono essere dovuti a diversi fattori, il primo è proprio il dermotipo( sensibilità della pelle individuale), secondo la forza con la quale vengono messe/ ( da non sottovalutare), e infine dalla possibile presenza di infiammazione del tessuto anche latente e silente ( tensione muscolare, pregressi traumi e soprattutto dolore che porta sempre un maggior ristagno di sangue locale). I fattori sono sempre da considerare tutti insieme ovviamente! comunque a parte l’aspetto estetico non può nuocere. Spero di avere dato qualche informazione utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *