Quando si sa comunicare…
11 agosto, 2009
Ferragosto è l’ora della siesta!!!!!
14 agosto, 2009

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare di agosto

Recentemente hanno proiettato alla televisione questo film ormai storico ma memorabile, vuoi per l’interpretazione degli attori all’epoca giovanissimi, vuoi per la trama assolutamente insolita e condotta in modo originale.

Troviamo una Mariangela Melato  che si esibisce nella parte della ricca e aristocratica Signora da Yacht,  con la puzza sotto il naso e un erre moscia da far raddrizzare i capelli, soprattutto quando chiama il suo da prima marinaio a servizio ” Gennarino” e  poi amante e padrone “Signor Carunchio “.

Giancarlo Giannini, il cui sguardo lascia sempre trasparire oltre le rozze modalità, un cuore sensibile e onesto, diventa un mito per tutti gli uomini per la sua capacità di domare la femmina, “bottana industriale” e giù di sberle! Oggi scherzare su un tema tanto scottante come i maltrattamenti delle donne non si potrebbe più fare, non con tanta leggerezza.

Ma in questo film nonostante l’evidente maschilismo che viene comunque deriso, quando ormai lui l’ha spogliata completamente a forza e suon di botte, ancora arrabbiato, anzi incazzato nero per i suoi comportamenti altezzosi, si rifiuta di possederla perchè lei si deve innamorare e così succedde.

Lei si innamora perdutamente e si lascia trasportare dal ruolo di donna servizievole e disponibile, nel mondo dei sensi e della semplicità, dove anche pulire i calzoni, lavare i piatti e servire con amore e devozione il proprio compagno diventa un piacere.

Lui ritrova il ruolo di uomo forte e cacciatore, capace di procurarsi il cibo e acqua, nonchè un tetto e un fuoco, insomma di provvedere a quanto serve e lei “se lo deve guadagnare” offrendo i suoi favori e le sue grazie.

Questo è il rapporto più vecchio del mondo,  quello più semplice di tutti, non esistono vincoli sociali e culturali con cui confrontarsi, non esistono svaghi o divertimenti, non esistono impegni, esiste solo il rapporto tra un uomo e una donna e niente altro. E diventa il puro e semplice donarsi e perdersi l’uno nell’altro, abbandonando il concetto di separazione e ritornando in questo modo al principio di unità.

Ecco perchè funziona; al di là di tutto, è la magia che esiste tra un uomo e una donna.

Per quanti ancora non l’avessero visto, un bel film da rivedere nel caldo mese di agosto.

Condividi

Commenta con FB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *