Sterilità e tempi moderni
8 luglio, 2009
Essere presente
13 luglio, 2009

I benefici del mare

La superficie ricoperta dagli oceani e dai mari e pari al 70 % della superficie della terra, per questo motivo il nostro pianeta viene chiamato pianeta blu.

Il mare contiene numerose sostanze sotto forma di sali e di gas ma soprattutto rappresenta il più grande serbatoio dell’energia solare.

Questi due fattori, oltre alla romantica atmofera marina, fanno pensare a quanta azione terapeutica possa essere svolta dal mare.

Il mare trasmette energia solare in modo indiretto. L’energia è vita, il mare è  una sorgente di vita. Certo non porta benefici così immediati e visibili come la piscina del dolcissimo film Cocoon che i non più giovani ricorderanno con piacere ma il concetto è lo stesso.

I sali contenuti nel mare  hanno inoltre una particolare proprietà, quella di asciugare e di tirar fuori l’umidità, il sale infatti chiama l’acqua si dice che è idrofilo, se assunto per via orale in medicina cinese si dice che umidifica e rende morbido cio che è duro.

Tutti sanno che il sale aumenta la pressione proprio perchè aumenta la componente liquida del sangue. Ma assunto per via topica toglie l’umidita interna portandola in superficie. E’ frequente che  al mare si manifestino patologie fungine della pelle in particolare intorno ai genitali, sotto al seno e alle ascelle, ovvero in zone dove vi è maggior umidità, sia per la presenza di numerose  ghiandole sudoripare sia per la scarsa aerazione locale.

Si tratta di qualcosa che avviene per effetto dei sali contenuti nella sudorazione e nell’acqua di mare ma questi disturbi si sviluppano solamente quando esiste un quadro di umidità interna che andrebbe curato, non ricorrendo agli antifungini per uso topico o per via orale, ma trattando l’origine dell’eccesso di umidità con fitoterapia e alimentazione mirate.

Numerose patologie articolari da accumulo di umidità  migliorano grandemente al mare. Tutte le ferite di terra guariscono più velocemente. Insomma il mare è una potente cura energizzante e la stanchezza serale dopo un giorno al mare è paragonabile alla stanchezza postuma ai trattamenti di agopuntura o alle cure termali, rivelatrice di un avvenuto lavoro interno di tipo profondo.

Molti pazienti sono convinti dell’eccessiva aggressività del mare e per questo lo temono ma come in ogni terapia il dosaggio deve essere mirato alla persona e alle sue condizioni generali. Soprattutto è necessario aspettare almeno una settimana e talora anche due perchè il corpo si adatti e ne raccolga i benefici.

Ricordiamo inoltre che in tutte le culture antiche si utilizzava il sale in molti rituali per il suo potere di purificazione, come se avesse la possibilità di assorbire il nefasto, oltre ad essere considerato un prezioso elemento al pari dell’oro e della seta.

Si può dire che il mare è  un elemento incredibilmente benefico per l’intero pianeta terra e per tutti noi; rispettiamolo quindi evitando il più possibile di inquinarlo e soprattutto approfittiamo di lui per ricaricare le nostre pile, spesso duramente messe alla prova da ritmi  eccessivi e impegni di lavoro.

Condividi

Commenta con FB

2 Comments

  1. Giuseppe ha detto:

    Informzioni molto utili. Grazie Cathe.

  2. Fede ha detto:

    e nuotare in modo lento e dolce, magari, non è corroborante e distensivo?! Ciao Cathe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *