Ho fatto un sogno
21 giugno, 2009
Tuoni e pioggia fatti da un coro!
25 giugno, 2009

Dimagrire è facile, non è una favola!

bacioDimagrire è facile. E’ non ingrassare successivamente la cosa veramente difficile. Digiunare o fare pasti molto ridotti in calorie e molto distanti tra loro fa dimagrire velocemente in quanto la glicemia nel sangue cala vorticosamente.

Il nostro sistema operativo interno si muove secernendo l’ormone chiamato glucagone il quale ha il ruolo di liberare le riserve di glicogeno del fegato e le riserve di energia presenti nei grassi.

Fino a qui tutto ok, questo atteggiamento protratto nel tempo funziona ovvero fa calare di peso.

Ma attenzione, appena mangerete nuovamente in modo normale state pur certi che tutto, ma prorpio tutto, quello che ingoiate si fermerà in qualità di riserva. Il sistema operativo interno ha registrato il fatto che possono esserci momenti di carestia! Quindi si muove in coscienza e come un buon padre di famiglia, mette via tutto per paura di non averne abbastanza.

Questo sistema interno ancestrale è inserito nel nostro DNA come salva vita, come possibilità di resistere anche in tempi duri. Mangiare poco e niente a colazione, un’insalata a pranzo e fare un pasto normale alla sera  è il miglior modo per NON mangiare e NON perdere peso!

In primo luogo si prolunga troppo la sommistrazione di cibo, passano circa 12 ore tra un pasto completo e l’altro, il che consente al corpo di registrare il pericolo di carestia. Tutto il cibo serale è immagazzinato  come riserva. Al mattino invece il corpo è molto più disposto a consumare l’energia, proprio perchè sempre come programma ancestrale, si prevede che chi mangia al mattino abbia cibo a sufficienza e non debba procacciarselo rischiando magari di non riuscirci!

Il concetto di dimagrire mangiando non è un paradosso ma un concetto reale, mangiando bene al mattino, mangiando un buon pranzo e magari anche spuntini a metà mattino e pomeriggio e stando il più leggeri possibile a cena,  consumerete di più e stimolerete il sistema metabolico ovvero il metabolismo cellulare a funzionare meglio in senso catabolico e non solo anabolico.

Il metodo per dimagrire, chiamato Zona del Dott Barry Sears prevede proprio che si evitino sia periodi di eccessiva ipoglicemia sia periodi di eccessiva iperglicemia. Così facendo il sistema insulina-glucagone si normalizza. L’insulina infatti all’opposto del glucagone consente alle cellule di utilizzare il glucosio e di immagazinarlo sotto forma di riserve.

Inoltre come ben spiega Sears se evitate di assumere cibi con ridotto picco glicemico normalizzerete ulteriormente il sistema, cosa possibile introducendo sempre insieme ai carboidrati anche le proteine e  i grassi nella famosa proporzione 40-30-30.

Mangiare solo frutta, digiunare e saltare i pasti, non serve per dimagrire, ma solo per disintossicarsi o fare esercizio di volontà; per dimagrire sul serio è necessario un metodo nel cibarsi, facendosi aiutare da uno specialista del settore dietologico, meglio se esperto nel metodo Zona.

Potranno poi essere coadiuvanti  esercizi fisici regolari, l’agopuntura e la fitoterapia,  per stimolare ulteriormente il metabolismo assopito, risvegliandolo esattamente come fa il principe azzuro nella favola della bella addormentata nel bosco.

Ma ‘stavolta non è una favola!

 

 

Condividi

Commenta con FB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *