Il valore dell’autotrattamento
14 maggio, 2009
L’influenza esterna
18 maggio, 2009

Giochi sessuali

A letto, si sa, è bello anche giocare, ovvero lasciare spazio alla fantasia. Si può usare il cibo, la frutta come le fragole con la panna montata, trasformarsi in un piatto per il sushi o spruzzarsi di bollicine di spumante o del più nobile champagne.

E’ possibile giocare con intimo e scarpe soffisticate o aggressive e anche travertirsi o mascherarsi, questo permette ad alcuni di uscire dai soliti consueti personaggi assunti dalla propria personalità.

Si possono usare le corde, forzando un rapporto di dominanza o di dominazione, si possono usare le bende sugli occhi lasciando quindi all’altro il potere di agire a nostra insaputa.

Si possono usare i giochi di luce, il caldo e il freddo o il divertimento di scivolare su un corpo interamente unto.

Insomma i gusti possono essere diversi e variopinti, l’importante è sapere che durante l’atto sessuale si può penetrare l’altro e non solo in senso fisico. Ecco che allora è importante sapere controllare la propria aggressività, anche se stiamo giocando o semplicemente esprimendo la nostra potenza sessuale; è necessario che vi sia sempre estrema complicità e capacità di ascolto reciproco per poter dosare la propria energia sessuale.

Le possibilità espressive in questo campo sono incredibilmente numerose ed è proprio qui che casca la poesia, i gusti possono essere molto diversi e questo vuol dire che molto spesso capita che le fantasie erotiche di uno non siano condivise dall’altro e viceversa.

Certo i gusti sono i gusti, ma come a tavola è importante sapere mangiare un po’ di tutto e non fossilizzarsi sui soliti quattro piatti che ci piacciono e che conosciamo meglio, come fanno i bambini. Dobbiamo crescere.

Mi ha sempre colpito vedere come soprattutto in Italia molti genitori rinunciano a mangiare molti piatti perchè al bambino non piacciono! I bambini vanno educati, certo gradatamente  e senza fretta, ma devono un passo alla volta assaggiare  tutti i diversi sapori; il pesce, le verdure e i piatti di tradizioni e culture diverse, anche qui senza che sia necessario arrivare agli estremi.

Solo così sarà possibile educarli ai piaceri del palato e al riconoscimento dei gusti personali non già basati sulla meccanica abitudine ma sulla possibilità di formare e costruire un gusto personale, e soprattutto una capacità di saper gustare e apprezzare le sfumature e le differenze.

E’ la stessa cosa in campo sessuale! Prima di dire che non ci piace sarebbe meglio provare e non solo una volta e non di controvoglia, ma provare sul serio. Magari potremmo scoprire che sono molte le cose oltre quelle solite che ci possono piacere.


Condividi

Commenta con FB

8 Comments

  1. valeria ha detto:

    Piacevolissimo, anche perchè stancarsi, avere noia della routine è molto facile! Ci vogliono fantasia ed esplosione, ma anche ascolto sennò si diventa vittima dei giochi e…

  2. […] n’ero accorta… fino a che un mio amico non me l’ha fatto notare. Il post “Giochi sessuali” ha raggiunto le 6.000 […]

  3. Danielino ha detto:

    Condivido pienamente nell’esibirsi in fantasie sessuali di ogni tipo.
    Diventerebbe tutto una noia altrimenti…

  4. gianni ha detto:

    io faccio solo ssso ho gia 6 figli piu quello ke faro sta sera sn sette

  5. Giacobbe ha detto:

    Tre cose ,sono da non trascurare mai: primo la salute.Quindi ,poter lavorare.La vita costa per tutti.Secondo:mangiare con sapienza.Ci permette di star bene.terzo: giocare ,e fare l’amore con la persona che si ama,o…….il resto come dice la canzone si può accomodare a nostro potere.e buona fortuna a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *