Agopuntura in gravidanza. Utile ma ignorata.
22 aprile, 2009
L’orgasmo femminile: un universo da scoprire
24 aprile, 2009

L’amore, questo sconosciuto.

L’argomento è difficile, si parte da persone che affermano che l’amore non esiste; certo, l’amore è inafferabile, ma dire che non esiste… mi sento di affermare che esiste, eccome se esiste; tra uomini e donne, tra donne, tra uomini, tra uomini e animali, tra uomini e principi, tra uomini e Dio.

Cè poi chi dice che l’amore non ha regole e forse questa frase merita delle precisazoni. Quando si ama è un fatto incondizionato ovvero non si ama una parte di una persona  ma tutto il pacchetto, compreso di pregi e difetti.

Quando si ama, si ama indipendentemente da quello che può succedere  o non succedere, da quello che si può dire o non dire, fare o non fare.

Per capirci meglio è facile pensare a un figlio  quando si parla di amore; esiste qualcosa che un figlio può fare o dire per perdere l’amore del padre o della madre forse?

Le persone invece di solito ragionano al contrario, misurano il loro amore  pensando a quello che loro possono e sono in grado di fare per amore e si convincono così di avere un grande amore. Ma ci sono delle condizioni, delle regole precise ovvero il sentimento dipende da determinate condizioni. Ma l’amore è un sentimento incondizionato, è quello che l’altro può o non può fare cio su cui vale la pena di soffermarsi.

“Ti amo ma, se scopro che hai un amante, ti uccido”, quante relazioni durate anche più di venti anni possono sgretolarsi in dieci minuti per un semplice  rapporto sessuale extraconiugale? E’ triste, se ci pensate non ha senso, eppure cresciamo e ci nutriamo della convinzione che questo atteggiamento sia normale e del tutto giustificato.

Certamente sapere una cosa del genere fa male all’ego, ma il nostro ego, se esiste davvero amore passa in secondo piano non credete? E poi l’amore non ha niente ma proprio niente a che vedere con il possesso, il nostro uomo non ci appartiene e amarlo e lasciarlo andare è la maggior prova d’amore, esattamente come per i figli!

Certo è più facile amare qualcosa che si contiene e che si comprende pienamente o si comporta esattamente come noi vogliamo.

Ecco forse perchè si dice che l’amore non esiste, perchè esistono molte persone che non hanno mai provato amore neanche per il sangue del loro sangue, ma solo sterile amore per loro stessi!

 

 

 

Condividi

Commenta con FB

7 Comments

  1. eshun ha detto:

    amare significa rishiare, mettersi in gioco, soffrire, bisogna vedere se ne vale la pena e capire che la fedeltà è relativa perchè a chiunque può capitare di innamorarsi di altre persone o di perdere la testa siamo umani.

  2. Valeria ha detto:

    E’ bellissimo questo post. Davvero tanto!!!
    Per anni ho provato a dire a molte persone che “chi amiamo non ci appartiene e amare è lasciarlo/a andare” e per anni ho visto reazioni sconcertate, perplesse, confuse, anche adirate. Ma mai concordi.
    Ora finalmente leggo queste parole, qui, e respiro profondamente, a pieni polmoni, con gratitudine 🙂
    Grazie Cathe!

  3. Federico Leopardi ha detto:

    Si Valeria sono daccoro con te: è davvero un bel parlare questo di Cathe. Probabilmente, per come la vedo io, un senso di appartenenza, in amore, può essere quando c’è un vero e totale dono di sé ad un altra persona: non posso pensare ad un’esemplificazione migliore di quanto, quale il dono di sé al proprio Maestro…

  4. Valeria ha detto:

    Si Federico, hai ragione, ma penso tu ti riferisca a un sentire ai più sconosciuto.
    Avevo dimenticato di segnalare un film che ho visto recentemente con vero piacere e adatto anche ai più piccoli: “La volpe la bambina”.
    Affronta proprio la differenza fra amore e possesso. E la scenografia è stupenda!

  5. valeria ha detto:

    Cara Cathe cari lettori,

    sentite che bello: http://www.youtube.com/watch?v=ewwn8HFcDoY
    Miguel Bosè!

    Dedicato a chi mi ha amato e che forse ho perso per sempre…ma che mi ha fatto ricominciare a voler amare…al regista delle mie emozioni!!

    Valeria Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *