Via col vento
24 marzo, 2009
La depressione riduce la libido
27 marzo, 2009

Anni luce di distanza

Mentre negli Usa viene finalmente concessa da Barack Obama la ricerca sulle cellule staminali, siamo l’unico paese in Europa dove sono in aumento i parti gemellari.

In Italia la legge 40  non consente una selezione sulle cellule embrionali da impiantare,  ne consegue che mentre all’estero il successo di un singolo impianto supera quasi il 50 % , da noi una gravidanza su quattro ottenuta con fecondazione  assistita sembrerebbe secondo recenti dati  destinata ad un parto gemellare e nel 5% addirittura a parti trigemellari, con aumento dei rischi sia per i feti che per i futuri neonati e mamme.

Questo dato fa riflettere in effetti  come dice il genetista Giuseppe Novelli “non esistono cellule buone e cellule cattive” questa distinzione avviene solo in Italia.

Le cellule del fegato come di qualsiasi organo si possono espiantare, lavorare in laboratorio e trapiantare ad altri individui  ma le cellule embrionali e staminali no, perchè hanno la vita dentro come nello yogurt! Sono sacre e quindi non si toccano.  Ma la vita si trova ovunque, in un fiore quando lo cogliamo, negli insetti che schiacciamo inconsapevolmente quando camminiamo e in ogni cellula del nostro benedetto corpo per diamine.

Che dire della manipolazone genetica esercitata sui vegetali e sulla frutta, senza che noi si possa ormai fare più niente per evitare di mangiarla e di farla mangiare ai nostri figli.

Credo che il rispetto per la vita e per la sua  natura intrinsecamente spirituale, si debba creare diversamente, non mi sembra possibile guardare un tramonto o un cielo stellato senza provare internamente  un  senso di gratitudine e di magica e potente bellezza nei confronti di qualcosa di più elevato rispetto all’uomo. 

E sinceramente faccio fatica a pensare che qualcuno possa ancora credere che selezionare delle cellule staminali possa essere considerato un omicidio.

Condividi

Commenta con FB

2 Comments

  1. carla maria casini ha detto:

    Da anni seguo questo proplema e non posso che essere d’accordo con la protesta civile e sacrosanta che si fa contro questo ulteriore esempio di visione oscurantista che ha attraversato da milleni la storia dell’umanità. Ma questa storia ci insegna anche che la Verità può essere ritardata, ma mai oscurata, quindi chi desidera che la Verita sia portata a tutti coloro che la cercano non si stanchi di combattere x essa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *