Influenza e vaccino: la TV più clemente!

Il virus influenzale è alle porte e molti se ne sono già accorti, però stranamente quest’anno al TG e notiziari vari, le informazioni non sembrano essere per ora allarmistiche e si limitano a distribuire consigli e informazioni utili anche per limitare gli ingressi in ospedale da riservare ai pazienti più gravi.  Evviva!

Negli ultimi tempi la campagna al vaccino anti-influenzale era così marcatamente pronunciata da finire per consigliare la vaccinazione ai soggetti sani e addiritura anche bambini sani a scopo preventivo. E poi alle porte dell’influenza, “ve lo avevamo detto”, “chi non si è ancora vaccinato fa ancora in tempo”, e così via si rischiava di seminare il panico e il terrore nella popolazione che si chiedeva se non fosse opportuno vaccinarsi e  vaccinare i propri cari.

L’influenza è una patologia stagionale,  di solito assolutamente benigna sui soggetti sani sia adulti che bambini. La vaccinazione, come ogni farmaco, può avere effetti collaterali più o meno marcati a breve e lungo termine; va fatta se serve e come sempre con il buon senso, oltre al parere del medico di fiducia.

Non va fatta certamente per limitare i giorni di assenteismo dal lavoro, anche se questo aspetto è certamente notevole, in media una settimana per ogni lavoratore e poi almeno una o più  per ogni figlio! Un bel problema se lo trasformiamo in denaro perso.

Non va fatta nemmeno per la paura che possa arrivare un’influenza molto aggressiva, come è successo in passato.  Sarebbe come non uscire di casa per la paura di incontrare un pirata della strada e finire investiti!

La mutazione del virus è così rapida che anche se ci proviamo è difficile prevederla, ma soprattutto, se gli organi di informazione continuano a spaventare la popolazione, come negli anni passati, quando dovesse veramente essere necessario, non ci crederà più nessuno.

Personalmente ritengo incosciente e non giustificabile gridare al lupo con campagne mediatiche indiscriminate, magari per meri interessi economici, senza preoccuparsi delle possibili conseguenze future.

Commenta con FB

Una risposta a Influenza e vaccino: la TV più clemente!

Commenta con il tuo account...

Iscrizione Newsletter
Privacy & Cookies

Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Un post a caso
  • Le code e gli ingorghi e il processo delle malattie
    Andando in campagna al venerdì o sabato per passare il fine settimana con un clima meno torrido ci si trova volenti o nolenti in code e rallentamenti talora pericolosi ma quasi sempre dovuti al principio …